• by admin
  • Aprile 7, 2022
  • 0

Con il passare del tempo la nostra pelle va incontro a dei naturali cedimenti cutanei. Le zone più coinvolte sono soprattutto quelle di guance, collo e il tanto temuto sottomento. Gli inestetismi causati dai cedimenti cutanei possono assolutamente essere trattati con l’aiuto della chirurgia estetica. Esiste un trattamento in particolare che offre dei risultati ottimali senza ricorrere alla chirurgia e il suo nome è radiofrequenza endodermica. Questo trattamento non invasivo diminuisce la flaccidità cutanea, producendo un effetto lifting senza chirurgia. Per questo può essere indicato anche per migliorare le rughe profonde, i solchi del viso e del collo, ma anche per trattare la zona delle palpebre. 

 

A cosa serve la radiofrequenza endodermica

Il trattamento di radiofrequenza endodermica permette alla pelle di ritrovare una naturale elasticità attraverso l’azione del calore. Con l’ausilio di un macchinario innovativo e moderno, l’energia data dal calore riesce a penetrare negli strati del derma, stimolando la produzione di collagene. L’effetto del calore ristruttura il derma e stira il tessuto cutaneo, riducendo così i segni dell’invecchiamento.

Il calore generato stimola in particolare l’attività di alcune cellule chiamate fibroblasti, che con l’aiuto del macchinario utilizzato nel trattamento si attivano per produrre nuovo collagene, ma anche elastina e matrice extracellulare, che sono gli elementi fondamentali per una cute giovane. 

 

La radiofrequenza endodermica è un trattamento sicuro

La radiofrequenza è un trattamento innovativo che viene spesso scelto dai pazienti perché non invasivo è a basso rischio di effetti collaterali.

Il calore generato con la radiofrequenza endodermica viene controllato in modo da non danneggiare in alcun modo i tessuti coinvolti. Per questo motivo la radiofrequenza endodermica è un trattamento sicuro, oltre che efficace. 

Il trattamento non è doloroso, ma richiede una piccola anestesia locale. 

Si possono verificare dei gonfiori nella zona trattata, accompagnati da arrossamento, ma sono effetti transitori che spariscono al massimo dopo pochi giorni dal trattamento. Il risultato sarà simile a quello di un soft lifting e richiede una ripetizione di due o tre sedute in casi lassità più marcata. 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *