• by admin
  • Dicembre 21, 2021
  • 0

Ringiovanire la pelle con il peeling

Se la vostra pelle è spenta, ha un colorito grigio e opaco, tutto quello che vi serve per ringiovanirla è un peeling. Il peeling è un trattamento medico-estetico che, attraverso l’uso di agenti chimici, permette l’esfoliazione degli strati superficiali della cute stimolandone la sua rigenerazione. Il peeling è un trattamento cucito sulle esigenze specifiche del paziente. Può essere parziale o totale, ovvero è possibile aumentarne o diminuirne la potenza, e questo dipende dallo stato di danneggiamento della pelle, dovuto ad esempio dal photo o chrono-aging. 

 

Che zone trattare con il peeling

Il peeling stimola il ricambio dell’epidermide, ridando tono alla pelle e donandogli un immediato aspetto luminoso e un colorito uniforme. Può essere utilizzato non solo per restituire luminosità alla cute, ma anche per trattare rughe. Inoltre è un trattamento molto utile per rimuovere le impurità, contribuendo alla riduzione di inestetismi dati da brufoli e punti neri, o attenuare le macchie. Non è un trattamento esclusivamente dedicato al viso, ma può essere effettuato anche su collo, dorso, decolletè, mani e braccia. 

 

Cosa fa il peeling

L’esfoliazione provocata dal peeling rimuove le cellule morte che non lasciano respirare la pelle. Per questo al tocco la pelle sarà subito più levigata. Il peeling non agisce soltanto nell’immediato, ma consente un miglioramento graduale della cute perché questo trattamento stimola la pelle alla produzione di collagene ed elastina, elementi che donano tono ed elasticità alla pelle. Il peeling può essere ripetuto settimanalmente o periodicamente, stabilendo insieme al medico tutte le tempistiche utili a raggiungere i risultati desiderati. Per vederne gli effetti nel tempo è comunque consigliabile ripetere il trattamento ogni 3 mesi. 

 

I tipi di peeling

Come dicevamo sopra, il peeling è un trattamento che può essere effettuato utilizzando diverse intensità. Per questo esistono tre tipi diversi di peeling:

  • superficiale: si utilizza un acido con azione delicata, ad esempio gli acidi ricavati dalla frutta. Questo trattamento agisce soltanto sulla parte superficiale dell’epidermide. Molto utilizzato per il trattamento di macchie chiare o per migliorare lo stato della pelle
  • medio: arriva agli strati intermedi della pelle e si utilizzano acidi come quello glicolico. Viene spesso utilizzato per macchie più marcate, per attenuare rughe e levigare la pelle
  • profondo: il trattamento che penetra più in profondità la pelle, attraverso l’uso del fenolo ad esempio. Aiuta a rimuovere rughe profonde, macchie senili e anche ad attenuare cicatrici superficiali. Questo trattamento può essere effettuato una sola volta sul viso.

 

Come trattare la pelle dopo il peeling

Dopo il trattamento che dura circa 30 minuti, viene applicata una maschera rigenerante. La pelle del viso rimarrà arrossata, ma è del tutto normale. É bene avere delle accortezze subito dopo aver effettuato il trattamento. É assolutamente necessario, ad esempio, non esporsi al sole ed è altrettanto importante utilizzare delle creme solari che proteggano la cute in fase di rigenerazione. É bene utilizzare creme idratanti e nutrienti ed eseguire ogni trattamento consigliato dal medico. 

 

Prendi un appuntamento per scoprire il peeling più adatto a te! 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *